Periodo: Ottobre

Anno: 2016

Numero: 54

Ict 2016 meglio del Pil


Secondo gli ultimi dati rilasciati a inizio ottobre da Assinform, i primi sei mesi del 2016 per il mercato digitale italiano (informatica, telecomunicazioni e contenuti) non è andata poi tanto male visto che è cresciuto dell’1,2%, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Un mercato che nei primi sei mesi dell’anno in corso ha contabilizzato 31.953 milioni di euro, con una prospettiva di crescita per l’intero 2016 pari all’1,3% che si traduce in 65.759 milioni di euro a fronte di una crescita totale 2015 dell’1% e dei precedenti sei anni con il segno meno.

Diciamo, senza essere smentiti, che il mercato Ict va meglio del Pil nazionale, cosa non certo scontata, se pensiamo a cosa era successo nei precedenti anni.

Inoltre, se si scorpora dal mercato la pur importante componente dei servizi di rete di telecomunicazione, il confronto diventa ancora più interessante con una crescita del 3,2% nel primo semestre del 2016, contro il 2,5% del primo semestre dell’anno scorso. Certo non è tutto così spumeggiante e non si può certo festeggiare se si prendono in esame i dati relativi al segmento PC (che scende ancora una volta a -8% in volumi), però di contro crescono i server, del 10,3% in volume, a riprova della trasformazione in atto nelle aziende e il continuo potenziamento dei data center e i nuovi business dell’IT.

In questo numero:

ChannelCity Magazine

ChannelCity Magazine punta all’approfondimento, alla relazione face-to-face, alla possibilità di mettere attorno a un tavolo gli attori del canale. Ma soprattutto entra in profondità sulle tematiche vitali del Canale B2B quali il fi nanziamento, la formazione, i trend di mercato, le iniziative commerciali di vendor e di distributori.

Cosa ci contraddistingue

ChannelCity Magazine punta all’approfondimento, alla relazione face-to-face, alla possibilità di mettere attorno a un tavolo gli attori del canale. Ma soprattutto entra in profondità sulle tematiche vitali del Canale B2B quali il fi nanziamento, la formazione, i trend dimercato, le iniziative commerciali di vendor e di distributori.

Cosa c'e' all'interno

Ampio spazio alle analisi dei trend di mercato attraverso la collaborazione dei principali analisti di mercato, Il tema del mese, visto dalla parte del vendor, del distributore e del reseller, Incontri tematici con i soggetti che compongono il canale, Le prove hardware e software con l’offerta di servizio commentata, I volti e le opinioni dei protagonisti del canale B2B, Ampio spazio dedicato ala formazione del canale, e molto altro.

Vota