Periodo: marzo

Anno: 2017

Numero: 58

Gli ultimi dati emersi dal consuntivo 2016 di Assinform dicono che l’Ict italiana è ripartita. Non viaggia a ritmi sostenuti ma, per ora, mette a bilancio una crescita dell’1,8%, per un valore complessivo di 66,1 miliardi di euro (contro i 64,9 miliardi del 2015). Un risultato che va oltre le aspettative, stimate inizialmente all’1,5% proseguendo una tendenza innescata nel 2015. Una crescita che se tendenzialmente fa ben sperare anche per l’anno in corso – per il 2017 è prevista al 2,3% – dice anche che il valore di spesa complessivo raggiunto a fi ne 2016 è ancora inferiore a quello contabilizzato nel 2011, anno in cui gli investimenti avevano raggiunto i 69,4 miliardi euro.

Una crescita stimata però molto condizionata da ciò che farà il governo nel corso dell’anno in termini di attuazione del Piano Industria 4.0 e del Piano Triennale per la riforma digitale della Pubblica Amministrazione, che, se da una parte possono trasformarsi in potenziali volani di investimento, dall’altra se non decollano andranno a deprimere ulteriormente le opportunità di crescita.

E di investimenti tecnologici il nostro Paese ne ha bisogno come l’ossigeno; basta rifl ettere su quello che è emerso dall’ultimo rilascio dei dati dell’Indice UE sulla digitalizzazione dell’economia...

In questo numero:

ChannelCity Magazine

ChannelCity Magazine punta all’approfondimento, alla relazione face-to-face, alla possibilità di mettere attorno a un tavolo gli attori del canale. Ma soprattutto entra in profondità sulle tematiche vitali del Canale B2B quali il fi nanziamento, la formazione, i trend di mercato, le iniziative commerciali di vendor e di distributori.

Cosa ci contraddistingue

ChannelCity Magazine punta all’approfondimento, alla relazione face-to-face, alla possibilità di mettere attorno a un tavolo gli attori del canale. Ma soprattutto entra in profondità sulle tematiche vitali del Canale B2B quali il fi nanziamento, la formazione, i trend dimercato, le iniziative commerciali di vendor e di distributori.

Cosa c'e' all'interno

Ampio spazio alle analisi dei trend di mercato attraverso la collaborazione dei principali analisti di mercato, Il tema del mese, visto dalla parte del vendor, del distributore e del reseller, Incontri tematici con i soggetti che compongono il canale, Le prove hardware e software con l’offerta di servizio commentata, I volti e le opinioni dei protagonisti del canale B2B, Ampio spazio dedicato ala formazione del canale, e molto altro.

Vota